Lavare le mani, cosa fare per proteggere la pelle

Saponi aggressivi e lavaggi troppo frequenti possono rovinare e danneggiare gravemente le mani, ecco alcuni consigli.

Lavarsi le mani è diventata un’azione che viene ripetuta molte volte nell’arco di una giornata, soprattutto in un periodo in cui l’igiene personale può contribuire a proteggere la salute. Ma è necessario sapere che per lavare le mani nel modo giusto non bisogna usare semplicemente l’acqua. Infatti utilizzare il sapone può aiutare a rimuovere la sporcizia e il sebo presenti sulle mani. Non solo, il sapone elimina anche i potenziali agenti patogeni quali virus e batteri. Tuttavia scegliere il sapone giusto o utilizzare una temperatura precisa d’acqua, possono aiutare a mantenere pulite le mani.

La fissurazione delle mani

Se si lavano on troppa frequenza le mani, oltre ad andare intorno alla screpolatura della pelle, possono presentarsi problemi più gravi. Uno i questi è la fissurazione delle mani, provocati da molti lavaggi eseguiti usando sapone.

mani, acqua e lavaggio
Fonte foto:https://www.pexels.com/photo/cooking-hands-handwashing-health-545013/

Secondo il professor Pincelli: “lavare troppo spesso le mani provoca fissurazione che facilita l’esposizione alle infezioni”. Inoltre potrebbero presentarsi delle dermatiti, come la dermatite atopica, caratterizzata da screpolature e infezioni frequenti. Scegliere il detergente giusto quindi è fondamentale. Quelli che contengono sostanze emollienti o idratanti aiutano a conservare le proteine naturali delle mani. Queste infatti servono a proteggere la pelle e aiutano a trattenere l’acqua mantenendo le mani idratate.

Lavare le mani: temperatura e asciugatura

In realtà non è fondamentale se quando ci si lava le mani si utilizza acqua calda o fredda. Infatti entrambe hanno la medesima attività antibatterica, quindi una non è più efficace dell’altra. Però l’acqua fredda ha un effetto molto più idratante, dal momento che non rimuove lo strato di grassi e stringe i vasi sanguigni.

Molto importante è invece il momento in cui si asciugano le mani. Infatti aiuta a mantenere l’integrità della pelle delle mani. Molto utile risulta l’utilizzo di un asciugamano personale ed è sempre meglio tamponare piuttosto che strofinare con forza. Tuttavia può essere d’aiuto usare una crema idratante per evitare la screpolatura provocata dai lavaggi frequenti.

Lavare le mani: come idratare la pelle

Il lavaggio frequente delle mani in questo momento è pressoché fondamentale, ma esistono dei modo per mantenere idratata la pelle. In primo luogo è importante scegliere sapone liquido senza tensioattivi e con burro di karitè. Inoltre utilizzare creme idratanti contenenti acidi grassi o protegge e ripara la cute. Meglio se A questo scopo tali creme debbono essere ricche di ceramidi, acidi grassi e colesterolo».

About Davide

Copywriter per passione e, soprattutto, per lavoro. Scrivo articoli su diversi blog di settore su argomenti come Bellezza, Benessere, Fitness & Alimentazione, Rimedi Naturali, Salute.
View all posts by Davide →