Sale, perché fa male e quali alimenti evitare

Il sale può essere pericoloso per la salute e la sua assunzione va controllata, a cominciare anche da alcuni alimenti, primo fra tutti il pane

Come molti sanno usare in dosi eccessive il sale può essere dannoso per la salute e questo lo conferma anche l’Agenzia di Tutela della Salute. L’abuso di salgemma infatti, non solo aggiunto agli alimenti, ma anche assunto in cibi in cui ne è presente troppo, provocherebbe l’aumento della pressione arteriosa del sangue.

Questa condizione potrebbe esporre l’organismo a patologie gravi come infarto, ictus, osteoporosi, problemi renali ma anche il cancro allo stomaco. Anche se col passare del tempo le persone fanno più attenzione all’uso di sale, la media italiana indica che vengono utilizzati circa 9 grammi di sale, quasi il doppio della dose consigliata dall’OMS. Vediamo quindi perché è importante ridimensionare l’uso di sale nelle diete.

Alimenti ricchi di sale

Normalmente siamo portati a credere che assumiamo il sale solo quando lo aggiungiamo ai cibi che mangiamo per renderli più saporiti. In realtà non è così. Esistono infatti molti alimenti che possiedono naturalmente al loro interno del sale.

mortaio e sale

Questo è possibile perché il sodio, ovvero l’elemento chimico insito nel sale, è presente in frutta, verdura, carne e perfino l’acqua. Inoltre è presente in dosi massicce nei prodotti già pronti come pane e prodotti da forno. Sono proprio questi alimenti ad aumentare a dismisura l’assunzione di sale e per questo è meglio evitarli.

Pane senza sale

Uno dei modi migliori per ridimensionare l’assunzione di sale nelle nostre diete è sicuramente quello di iniziare a consumare pane senza sale. Il pane infatti è un alimento che non manca mai sulle tavole del nostro paese e iniziare da lì è un ottimo modo per prevenire gravi patologie. Infatti scegliere pane con poco sale permette di ridurne l’apporto giornaliero e un basso consumo di sale migliora la funzionalità cardiaca e renale. Inoltre aumenta la resistenza delle ossa e aiuta a mantenere la pressione arteriosa sotto controllo. Possiamo quindi affermare che il pane senza sale può aiutarci a migliorare la nostra salute.

Quali alimenti consumare

Per permettere a tutti di iniziare a consumare alimenti a basso contenuto di sale l’Agenzia di Tutela della Salute ha deciso di coinvolgere i panificatori. In questo modo cerca di spingere in primo luogo i produttori ad invertire la tendenza che riguarda l’uso di sale, arrivando magari a cambiare le abitudini degli italiani.

About Davide

Copywriter per passione e, soprattutto, per lavoro. Scrivo articoli su diversi blog di settore su argomenti come Bellezza, Benessere, Fitness & Alimentazione, Rimedi Naturali, Salute.
View all posts by Davide →