I 5 usi dell’olio di ricino nella cosmesi

Gli utilizzi dell’olio di ricino nella cosmetica sono numerosi per merito delle sue proprietà. L’olio di ricino è un olio vegetale ottenuto dall’estrazione dai semi di ricino (Ricinus communis). Questo olio è ricco di acidi grassi insaturi, tra cui l’acido ricinoleico. Si può ottenere attraverso pressatura o estrazione con solventi. E’ sempre consigliabile scegliere oli di ricino spremuti a freddo (di prima spremitura) per utilizzi medici e cosmetici.

Viene principalmente utilizzato in cosmetica, anche se rimane comunque un potente lassativo seppur irritante per le mucose dell’intestino.

L’olio di Ricino ha una stretta correlazione con la cheratina, principale costituente di unghie, capelli e peli. E’ per questo motivo che spesso viene utilizzato nella cosmesi per la creazione di prodotti nutrienti.

Ecco i principali utilizzi cosmetici di questo prodotto davvero versatile.

L’olio di ricino come balsamo rinforzante per ciglia e sopracciglia

Utilizzato ogni sera prima di andare a dormire, questo prodotto contribuirà a rinforzare e rinfoltire le ciglia e le sopracciglia.

Basterà applicare una piccola quantità di olio di ricino (attenzione, perché se finisce dentro l’occhio potrebbe notevolmente irritarlo) con uno scovolino nuovo (va bene anche un vecchio mascara accuratamente pulito) e risciacquare accuratamente al risveglio.

I risultati saranno visibili già dopo pochi giorni, inoltre le ciglia risulteranno curvate naturalmente, rendendo superfluo l’uso del piegaciglia che, alla lunga, tende invece a indebolire le ciglia.

Rinforzante per unghie e cuticole: i vantaggi del’olio di ricino

Spesso le unghie possono risultare sfaldate o sbeccate e particolarmente indebolite a causa di:

  • micosi e infezioni dell’unghia,
  • prodotti aggressivi, come detersivi per l’igiene della casa,
  • manicure che prevedono l’uso di smalti semipermanenti, gel ricostruttivi o altri prodotti.

L’olio di ricino, steso con un pennellino pulito, su tutta la superficie dell’unghia e lasciato agire almeno un paio d’ore, aiuta a ristrutturare lo strato superficiale dell’unghia, rendendola in generale più forte.

Se applicato invece sulle cuticole (una goccia o due per dito) e massaggiato fino ad assorbimento, è utile per contrastare la secchezza delle stesse e favorisce la crescita naturale dell’unghia.

Come usare l’olio di ricino come struccante viso e occhi

Utilizzare l’olio di ricino come struccante ha molti vantaggi: La forte azione idratante, lo rende perfetto per le pelli secche, inoltre utilizzato nella zona del contorno occhi andrà a ridurre le occhiaie, agendo anche come alleato ideale contro le rughe.

Basta applicare l’olio di ricino su un dischetto di cotone (usa e getta o riutilizzabile) e utilizzarlo come un normale struccante, avendo soltanto l’accortezza di rimuovere eventuali residui di olio risciacquando accuratamente con acqua.  

Maschera o impacco per capelli secchi, sfibrati o trattati

Per capelli particolarmente secchi e sfibrati o che hanno subito dei trattamenti di decolorazione, decapaggio o colorazione particolarmente stressanti, l’olio di ricino è un vero toccasana, prevenendo la formazione di doppie punte e velocizzando la crescita dei capelli.

È possibile utilizzarlo come impacco, applicandolo quindi sui capelli prima di andare a dormire, avvolgendo poi il tutto in un asciugamano abbastanza grande oppure (soluzione più strong) nella pellicola per alimenti. Al risveglio basterà lavare i capelli con uno shampoo non aggressivo a base acquosa.

Per utilizzarlo come maschera per capelli ecco una ricetta facile e veloce:

  • Due cucchiai di olio di ricino
  • Due cucchiai di olio di cocco
  • Qualche goccia di olio essenziale (di rosmarino, lavanda o mandorle)

Basterà applicarlo sui capelli tamponati, lasciarlo in posa più tempo possibile (minimo quindici minuti) avvolgendo con un asciugamano di cotone e lavare poi normalmente i capelli.

Grazie a questo trattamento i capelli risulteranno visibilmente rinvigoriti e rinforzati, e grazie all’olio di cocco, appariranno anche più setosi.

Per la cura e la crescita della barba

Non solo per il benessere delle donne, ma molto utile anche agli uomini che hanno una barba rada e vuota in diverse zone. Basterà scaldare 6-7 gocce fra le mani, e applicare sulle zone dove si desidera una barba più folta con movimenti rotatori.

Dopo averlo lasciato in posa per 30-40 minuti, lavare e sciacquare accuratamente la barba. Il risultato, dopo qualche settimana, sarà sorprendente.

About Valentina Rinaldi

Da che ho memoria ho due grandi passioni: la comunicazione e il food. Vegetariana dal 2013 credo che la buona cucina e la consapevolezza di quello che si mangia siano una medicina miracolosa. Dopo aver studiato comunicazione d'impresa e graphic design, oggi mi occupo di Social Media Marketing e nel tempo libero scrivo ricette e consiglio posti dove mangiare a Torino sul mio profilo Instagram dove sono @valentinavalentilla.
View all posts by Valentina Rinaldi →