Come combattere stress e insonnia: cause e rimedi

È risaputo che stress e ansia possono causare problemi di insonnia. In questo periodo di forte incertezza, le preoccupazioni ci inseguono anche nel cuore della notte e nel sonno. Difficoltà ad addormentarsi e frequenti risvegli notturni colpiscono sempre più persone, di qualsiasi fascia d’età.

Ecco quali sono le cause che portano stress e insonnia.

Quali sono le cause di stress e insonnia?

Negli ultimi anni i disturbi del sonno dovuti a stress e ansia sono aumentati del 37%. Importante è valutare la qualità del sonno. Dormire bene aumenta le aspettative di vita, migliora la memoria, riduce il rischio di obesità e fortifica il sistema immunitario.

In caso di situazioni particolari che modificano fortemente la nostra vita quotidiana, è necessario mantenere inalterati ritmi di vita e orari, evitando la siesta pomeridiana che alimenta l’insonnia e seguendo una alimentazione sana ed equilibrata, ma non solo è importante anche praticare attività fisica entro le mura domestiche e limitare la permanenza sui social.

Non dimenticare poi di limitare l’uso di dispositivi elettronici durante il corso della giornata ed evitarli prima di dormire, perché favoriscono lo stress e l’insonnia. Lo stesso vale per la lettura o l’ascolto di notizie negative date da radio – TV o dai vari siti web.

Ma quali sono i più efficaci rimedi dell’insonnia? Scopriamoli insieme.

Come curare stress e insonnia: consigli pratici

Controllo della respirazione

Il nostro respiro è la principale forma di autocontrollo di cui siamo dotati. Controllando la respirazione e facendo esercizio la sera prima di andare a dormire, si favorisce il rilassamento e la calma e si allontanano l’ansia e lo stress.

Praticare attività fisica in casa

Lo stress e le energie accumulate rendono necessario il movimento per favorire il sonno, ma anche un buon riposo notturno. Se è impossibile passeggiare all’aria aperta o fare esercizi in palestra, è possibile anche allenarsi in casa, seguendo un corso online di fitness e dotandosi anche semplicemente di un tappetino e bande elastiche o magari anche di una cyclette.

Se lo sport diurno favorisce il relax e il riposo, c’è anche da dire che non bisogna farlo prima di dormire o nelle ore serali perché favorisce l’insonnia.

Limitare caffeina e optare per una cena leggera

Durante le ore pomeridiane (dopo le 15) e soprattutto le ore serali, è importante evitare il caffè e più in generale bevande stimolanti e sostanze eccitanti. Molto meglio optare per una tisana (drenante o rilassante) o una camomilla prima di andare a dormire, magari preferendo un buon libro allo zapping sui social.

Nel caso siate fra le persone a cui la camomilla fa effetto contrario, è consigliato bere valeriana, melissa o passiflora ottimi rimedi naturali distensivi e che favoriscono il sonno oltre che calmare il nervosismo. Questi rimedi si trovano anche sotto forma di tintura madre o compresse e vanno assunti 1h prima di coricarsi.

Si consiglia anche una cena leggera stando attenti a non consumare troppi carboidrati (ad esempio pasta) o comunque dolci e zuccheri, tutti cibi da evitare la sera. L’ideale sarebbe cenare almeno 3 ore prima di dormire e non mangiare poco prima di coricarsi quando è in corso la digestione.

Limitare rumori ed arieggiare i locali

I rumori stressano e anche tanto. Bisogna creare un ambiente sereno che favorisca il riposo notturno, favorendo il ricambio di aria durante il giorno ed evitando di notte non solo rumori, ma anche fonti luminose che emettono onde di luce blu come TV, tablet e smartphone.

È preferibile allontanare lo smartphone di notte e non tenerlo sul comodino a distanza ravvicinata o altrimenti tenerlo spento.

, , ,

About Silvia Terracciano

Content writer seo e Naturopata. Specializzata nella scrittura di testi su, salute e benessere, Infanzia e Genitorialità, Travel e Food.  Donna e mamma che si impegna ogni giorno per far fronte a tutti gli impegni e dare il meglio il mio motto è " Volere è Potere".
View all posts by Silvia Terracciano →